Monumento della strage di Civitella

scheda tecnica

Fatti riferiti a questo monumento sono raccontati in Le stragi di Civitella e San Pancrazio.

Pietà del 1944!

La mattina del 29 era festa in parrocchia
per i santi Pietro e Paolo
ma il giorno che si apriva bellissimo
diventò nebbia fumo fuoco sangue
fragore di mitraglia grida di uccisi
essere uomini significò morire
e gli uccisori non erano uomini ma fiere impazzite
Cadde il parroco sacrificato
benedicendo il suo popolo
bruciarono nel guscio delle case i vivi e i morti
- Addio Civitella che sarà di noi?
fu il lamento delle donne rimaste sole
Ora Civitella è risorta da roghi e da ortiche
i tumoli sono fioriti le lagrime seccate
i bambini che videro muti e pallidi sono cresciuti
il ricordo è cenere
che un vento di giorno in giorno disperde
Ma non sia dimenticato il delitto
che strazia anche l'inerme
sia fuggita la colpa
che macchia anche l'innocente
delitto e colpa che sono l'ingiusto guadagno e l'intolleranza
padre e madre della guerra

Franco Antonicelli

Fotografie

Giovanni Baldini, 14-8-2003
foto originale [318.6 KB] in una nuova finestra
[Creative Commons - Attribuzione 3.0]

Scheda

Comune di Civitella in Val di Chiana (AR).
Tipologia: monumento.
Descrittori: eccidio.
Riferimenti geografici: 43.418281N, 11.723464E | 43° 25.097N, 11° 43.408E | 280m s.l.m.

Nella mappa sono rappresentati il monumento in questione, in rosso, e i 6 monumenti censiti nel raggio di 3 chilometri.
Altrimenti potete vedere la mappa di tutti i monumenti del comune di Civitella in Val di Chiana (AR).

Raggiungere questo monumento

Questo monumento è stato censito da Giovanni Baldini il 14-8-2003.


Permalink a Monumento della strage di Civitella - Civitella in Val di Chiana (AR): http://www.resistenzatoscana.it/monumenti/154/


con Jrank
ResistenzaToscana.it - Le associazioni federate