Cippo ai deportati degli scioperi

Dopo lo sciopero del marzo 1944,
proclamato dal Comitato di Liberazione Nazionale
contro la guerra e l'occupazione nazista,
i fascisti arrestarono e rinchiusero
in questa fortezza
centinaia di lavoratori pratesi,
molti dei quali furono poi deportati
nel lager nazista di Mauthausen.
Solo 20 sopravvissuti fecero ritorno.

A perenne ricordo
la Città di Prato pose
in occasione del 60° anniversario.


Prato, 7 marzo 2004

Fotografie

foto originale [5.6 MB] in una nuova finestra
[Creative Commons - Attribuzione 3.0]
foto originale [4.4 MB] in una nuova finestra
[Creative Commons - Attribuzione 3.0]

Scheda

Comune di Prato, piazza Santa Maria delle Carceri.
Tipologia: cippo.
Descrittori: deportati, insurrezione.
Riferimenti geografici: 43.879227N, 11.098058E | 43° 52.754N, 11° 5.883E | 50m s.l.m.

Nella mappa sono rappresentati il monumento in questione, in rosso, e i 6 monumenti censiti nel raggio di 3 chilometri.
Altrimenti potete vedere la mappa di tutti i monumenti del comune di Prato.

Raggiungere questo monumento

Questo monumento è stato censito da Giovanni Baldini il 5-2-2007.


Permalink a Cippo ai deportati degli scioperi - Prato: http://www.resistenzatoscana.it/monumenti/409/


con Jrank
ResistenzaToscana.it - Le associazioni federate