La battaglia di Pian d'Albero

di Giovanni Baldini, 8-9-2003, Creative Commons - Attribuzione 3.0.

Questa storia si svolge nel comune di Figline Valdarno (FI).

Monumenti che si riferiscono a questi fatti:
- Area monumentale di Sant'Andrea (*) - Sant'Andrea in Campiglia, Figline Valdarno (FI)
- Cippo di Bruscoli - Bruscoli, Firenzuola (FI)
- La terrazza dei partigiani - Soffiano, Firenze
- Lapide a Tucci e Carpini - Prato
- Lapide dei partigiani caduti del comune di Firenze - Firenze
- Lapide del casolare di Pian d'Albero (*) - Sant'Andrea in Campiglia, Figline Valdarno (FI)
- Lapide del municipio - Bagno a Ripoli (FI)
- Lapide della Scuola Villani - Gavinana, Firenze
- Lapide della chiesa di San Cerbone - Castagneto, Incisa in Val d'Arno (FI)
- Lapide di Poggio alla Croce - Poggio alla Croce, Greve in Chianti (FI)
- Lapide per Pian d'Albero - Ponte a Ema, Bagno a Ripoli (FI)
- Monumento ai caduti di Pian d'Albero - Gavinana, Firenze
- Monumento allo Squadrone "F" - Ponte a Ema, Bagno a Ripoli (FI)
- Monumento del Circolo Vie Nuove - Gavinana, Firenze
- Monumento del casolare di Pian d'Albero (*) - Sant'Andrea in Campiglia, Figline Valdarno (FI)
- Sacrario dei partigiani fiorentini - Rifredi, Firenze
- Sepolcro dei caduti di Pian d'Albero - Ponte a Ema, Bagno a Ripoli (FI)
- Sepolcro dei caduti di Pian d'Albero - Gavinana, Firenze

I monumenti segnati con l'asterisco si trovano sul luogo dell'accaduto

La "22bis Brigata d'Assalto Garibaldi Sinigaglia" (da Alessandro Sinigaglia, il "Vittorio" comandante dei GAP fiorentini, ucciso il 13/2/1944) si era costituita i primi di giugno del '44 e passata la metà del mese contava già un effettivo di circa 400 uomini.
Il 20 di giugno, a seguito di un rastrellamento, i tedeschi scoprirono che in località Pian d'Albero il casolare della famiglia Cavicchi fungeva da centro di raccolta per i giovani che volevano entrare nelle fila partigiane. Varie squadre della "Sinigaglia" tentarono a più riprese di spezzare l'assedio e delle circa 50 reclute oltre metà riuscirono a fuggire.

I partigiani ebbero 20 caduti e i soldati tedeschi fecero 21 prigionieri al casolare, fra i quali anche Aronne Cavicchi di 12 anni ed il nonno Giuseppe, mentre Norberto Cavicchi annumerava fra i partigiani caduti. Vennero portati più a valle in località Sant'Andrea e impiccati. Due di essi, in due diverse occasioni, riuscirono a fuggire.
Dopo questi fatti la "Sinigaglia" subì grosse defezioni e buona parte delle reclute accorse negli ultimi giorni riprese la via di casa, rimasero in meno di 150.

Pian d'Albero
Pian d'Albero
foto originale [587.9 KB] in una nuova finestra
[Creative Commons - Attribuzione 3.0]

con Jrank
ResistenzaToscana.it - Le associazioni federate