Le sepolture al Giardino dei Semplici

di Giovanni Baldini, 5-12-2003, Creative Commons - Attribuzione 3.0.

Questa storia si svolge nel comune di Firenze.

Non ancora terminata la battaglia per la liberazione di Firenze i Vigili del Fuoco smantellavano un rifugio anti-aereo per farne fosse da destinarsi ai tanti caduti di quei giorni.
Vennero interrati qui numerosi combattenti partigiani in via provvisoria, ma per alcuni la sistemazione temporanea divenne duratura, come per quei caduti i cui parenti non avevano potuto o saputo come recuperari i resti dei loro cari.

Nel 1950 venne finalmente decisa la risistemazione delle salme, il 16 aprile si tenne una partecipata cerimonia pubblica con una commemorazione di Piero Calamandrei. Poi le 29 salme furono avviate alla Cappella dei Caduti Partigiani del cimitero di Rifredi.
Una trentesima bara prese invece la direzione di Torino, per riportare a casa i resti del partigiano Piero Valenzano, medaglia d'argento alla memoria al valor militare.

Giovanni Baldini, 5-12-2003
foto originale [2.1 MB] in una nuova finestra
[Creative Commons - Attribuzione 3.0]

con Jrank
ResistenzaToscana.it - Le associazioni federate